tutte le notizie che potrebbero arrivare il prossimo anno

WhatsApp è ancora il principale servizio di messaggistica in tutto il mondo. La sua fama è cresciuta alcuni anni fa, quindi durante tutto questo tempo ha dovuto solo introdurre alcuni miglioramenti per stare al passo con la solita quota dei clienti. Poiché sappiamo che questi dettagli sono sempre di interesse, ti diciamo tutte le novità che potrebbero venire il prossimo anno.

 WhatsApp: tutte le notizie che potrebbero arrivare l'anno prossimo "larghezza =" 1280 "altezza =" 720 "/> </h2>
<h2> Modalità oscura </h2>
<p> Finalmente. Sì. La prevista modalità scura, che è già in decine di applicazioni, arriverà nel 2020. In effetti, la società prevede di lanciarla anche prima della fine di quest'anno, almeno sui dispositivi iOS. Ci è voluto, ma era tempo di uno sviluppo così importante. </p>
<h2> Multipiattaforma </h2>
<p> WhatsApp viene gridato per l'uso su più dispositivi contemporaneamente. È vero che in Android ci sono alcuni strumenti per realizzare questo compito, ma non sono ufficiali e alla fine dipendono dall'app di base. L'idea è che WhatsApp può essere utilizzato su diversi telefoni senza che quello principale sia acceso. Speriamo che nel 2020 lo vedremo. </p>
<h2> Memojis </h2>
<p> Già disponibile nei terminali Apple, i memoji saranno presenti anche in WhatsApp. Queste emoticon personalizzate verranno inviate come adesivi senza la necessità di una fotografia tipica. </p>
<h2> Nuove funzioni di modifica </h2>
<p> Questo è qualcosa di logico e lo fa da diverse edizioni. Le possibilità di modifica di WhatsApp aumenteranno in futuro. Si prevede che entrerà nel Boomerang atteso, che sono quei brevi video in cui un'azione viene ripetuta più volte (il principale e il fine si intrecciano). </p>
<h2> La modifica del nome </h2>
<p> Chiudiamo con un aggiornamento che non ha molto peso, ma accadrà: il cambio di nome. Tranquillo, continuerà a chiamarsi WhatsApp, ma includerà il tag "Facebook". Ciò significa che il nome completo sarà "WhatsApp di Facebook". Dopotutto, l'applicazione è di proprietà di Facebook, quindi non c'è molto mistero. </p>
</div>
</pre>
	</div><!-- .entry-content -->
	
	</article><!-- #post-## -->
	<nav class=

Navigazione articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *